IL PERCORSO

INTERNATIONAL ROSETTA SKYRACE


L’international Rosetta Skyrace si snoda su un panoramico e spettacolare anello di 22,4 chilometri (1740 m di salita e altrettanti di discesa) disegnato sfruttando antichi sentieri e mulattiere della Valle del Bitto all’interno del Parco delle Orobie Valtellinesi. Una strepitosa cavalcata a fil di cielo, tra alpeggi ricchi di storia, che porta i concorrenti al Pizzo dei Galli (quota 2.217 metri GPM della gara). Qui, chi non ha l’assillo del cronometro, può godersi di un panorama mozzafiato che spazia dall’Adamello al massiccio del Bianco, con scorci impagabili sull’Alto Lario. Dalla vetta si scende sino alla parte alta dell’Alpe Culino per poi risalire in cima alla Rosetta a 2.150 metri.

In discesa si tocca anche la località Bar Bianco, Larice, prima di puntare l’abitato di Mellarolo e quindi il traguardo. Per i veri agonisti è gara nella gara grazie ai due traguardi volanti all’altezza dell’Alpe Tagliate e in cima al Pizzo dei Galli. Al 6° km, il primo uomo e la prima donna che transitano davanti alla Casera Vegia si aggiudicano il Memorial Bruno e Giuliana Martinalli. Al GPM della gara, ai 2.217 metri del Pizzo dei Galli , è previsto il Memorial Franco Garbellini: un riconoscimento per i primi tre uomini e le prime tre donne che transitano in vetta.